Menu
Fiesta!

Le Feste delle Maldive

Maldive

Le Feste delle MaldivE

L’arcipelago delle Maldive rappresenta per tutti i viaggiatori e turisti il paradiso terrestre e probabilmente c’è poco tempo per viverne, oltre al suo mare e al suo sole, alle sue palme e ai suoi pesci, gli aspetti culturali e folkloristici. Ci sono però queste due date ogni anno dove le tradizioni, il mestiere più legato al mare, l’orgoglio autonomista escono fuori e allora ci piace segnalarle.

10 dicembre, La giornata del Pescatore

A Male o negli atolli si può partecipare a sfilate, balli locali, degustazioni di pesce. A livello di folklore e tradizioni, danze come il Bodu Beru (una sorta di sirtaki accompagnato da tamburi) e canzoni arrivano dall’Africa mentre dalle regioni asiatiche meridionali sono state assorbite le ricette culinarie e gli abiti colorati.

10 dicembre, La giornata del Pescatore
A Male o negli atolli si può partecipare a sfilate, balli locali, degustazioni di pesce

26 e 27 luglio Festa dell’Indipendenza

26 e 27 luglio Festa dell’Indipendenza

La Festa acquista in questo caso un carattere sicuramente più patriottico.

Da tutte le 1190 isolette coralline coperte di palme e mangrovie e circondate da reef da sogno arrivano a Male i maldiviani per applaudire nella Piazza della Repubblica dell’affollatissima capitale (una delle città con la maggiore densità abitativa del mondo: 1147 abitanti per kmq… è il costo del paradiso tutto intorno!!) la parata delle forze di sicurezza nazionale e del Corpo dei Cadetti alla quale fanno seguito balli tradizionali e moderni. Infine tutti sulla spiaggia cittadina a vedere una seconda parata, stavolta costituita da barche.

una delle città con la maggiore densità abitativa del mondo: 1147 abitanti per kmq
isolette coralline coperte di palme e mangrovie e circondate da reef da sogno

Tali festeggiamenti ricordano l’indipendenza dal Regno Unito sancita a fine luglio del 1965. Nonostante i 30 anni di dittatura successiva e la difficoltosa transizione verso una forma di democrazia islamista la Festa è ancora molto sentita e per l’occasione le donne sfoggiano i loro migliori saari indiani.

In queste giornate si consumano scodelle e scodelle di mas huni, l’insalata locale di tonno mescolata con peperoncino, cipolla, cocco e limone, e gli altri due piatti nazionali che sono il riso allo zenzero e il manzo al coriandolo. Qualche prelibatezza prevede tra gli ingredienti la pelle di serpente: occhio ai fritti soprattutto!

Qualche prelibatezza prevede tra gli ingredienti la pelle di serpente: occhio ai fritti soprattutto

Fa effetto vivere anche per poco questo contrasto: la grande folla e il grande blu, tutti i palazzi e i clacson e i rumori concentrati in pochi kmq e in poche ore e tutti i pesci, i silenzi e le sfumature del celeste sparse per l’Oceano Indiano e nel resto del calendario.

Non ci sono Commenti

    Lascia un commento

    Iscriviti all'Area Clienti di Caesar Tour

    Scroll Up

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi